Davide Monteleone è il vincitore della diciottesima edizione dello European Publishers Award for Photography (EPAP) 2011

Roma, 14 luglio 2011

È Red Thistle il progetto fotografico con il quale Davide Monteleone è stato proclamato vincitore dello European Publishers Award for Photography 2011.

I componenti della giuria, formata dai rappresentanti delle cinque case editrici promotrici del concorso – Actes Sud (Francia), Apeiron Photos (Grecia), Dewi Lewis Publishing (Gran Bretagna), Kehrer Verlag (Germania), Peliti Associati (Italia) – e da Michel Frizot, hanno dato l’annuncio ufficiale lo scorso 7 luglio in occasione della settimana di apertura del festival Les Rencontres d’Arles, nella suggestiva cornice dell’antico teatro romano della città.

Stabilitosi a Mosca alla fine del 2001, Davide Monteleone inizia a collaborare con importanti giornali e riviste internazionali, lavorando parallelamente a progetti personali tra cui quello riguardante le regioni del Caucaso del Nord, confluito poi nel lavoro premiato dalla giuria dell’EPAP.

Parte dell’impero zarista dall’inizio dell’Ottocento, in seguito assorbito dal blocco sovietico, il Caucaso comprende territori che nel corso della storia sono stati spesso al centro di contese tra potenze, sullo sfondo di lotte geopolitiche ed economiche; nonostante al giorno d’oggi alcune di queste vicende sembrino apparentemente concluse, tensioni e conflitti continuano a percorrere in maniera endemica la regione.
Attraverso le sue fotografie, Davide Monteleone ci restituisce il ritratto di una società, come dice lui stesso, «ancora divisa tra la rivendicazione dell’indipendenza e una diversità vissuta con orgoglio, la subordinazione economica, l’affiliazione storica, politica e mentale». Questa realtà viene lasciata emergere attraverso i volti e gli atteggiamenti degli abitanti di queste regioni, della cui vita quotidiana il fotografo si fa testimone, vittime dirette delle lotte che si sono susseguite e che continuano a susseguirsi negli anni, la cui rappresentazione diretta viene invece lasciata sullo sfondo.

La ricerca di Davide Monteleone, che dopo il conflitto russo-georgiano del 2008 si è spinto oltre i confini della Federazione Russa verso l’Ossezia del sud e l’Abkhazia, è stata premiata con il World Press Photo 2009 – primo premio categoria General News stories –, con l’Emerging Photographer Grant 2010, e con il FreeLens Award nell’ambito del Lumix Festival di Hannover.

Il volume sarà pubblicato in autunno in Francia, Grecia, Gran Bretagna, Germania e Italia. Lo European Publishers Award for Photography, nato nel 1994, è un concorso che prevede la pubblicazione del lavoro vincitore in un’edizione per ciascuna delle case editrici promotrici.

?I vincitori delle passate edizioni sono:

2010, Christophe Agou, Di fronte al silenzio
2009, Klavdij Sluban, All’est dell’est
2008, Jacob Abue Sobol, Io Tokyo
2007, Paolo Pellegrin, As I was dying
2006, Ambroise Tézenas, Pechino, teatro del popolo
2005, Lorenzo Castore, Paradiso
2004, Harri Kallio, Il Dodo e l’isola di Mauritius
2003, Harris Kakarouhas, Il tempo sospeso
2002, Simon Norfolk, Afganistan zero
2001, David Farrell, Paesaggi innocenti
2000, Alfons Alt, Bestiae
1999, Jeff Mermelstein, Sidewalk
1998, Dean Chapman, Karenni
1997, Tony Catany, Natura in posa
1996, Bruce Gilden, Haiti
1995, Shanta Rao, Donne d’Africa
1994, Dario Mitidieri, I bambini di Bombay

Ufficio Stampa:
Peliti Associati – Simona Corsetti
06 5295548
agenzia@peliti.it

scarica il comunicato in versione pdf